“A mezzanotte così come previsto la nostra protesta si concluderà ma il governo deve ascoltare e capire il popolo dell’autotrasporto, diversamente siamo pronti ad attuare un nuovo fermo a febbraio”. Ad annunciarlo è Tommaso Alessi, coordinatore regionale di Trasportounito Fiap, che prevede già dal pomeriggio una graduale smobilitazione dei presidi in vista della conclusione programmata dei fermi per la prossima mezzanotte.
“Non si possono ignorare – ha aggiunto Alessi – le richieste sacrosante di gente che lavora e dorme in una cabina di autotreno e che, nelle condizioni attuali, non riesce a portare a casa nemmeno uno stipendio. C’è stato l’80% di adesioni alla nostra mobilitazione e questo vorrà pur dire qualcosa, senza tenere conto della solidarietà della gente che vive come noi i disagi e le difficoltà del caro gasolio”. “Per questo il Governo – ha concluso Alessi – deve capire la nostra situazione e provvedere. Diversamente saremo costretti a mobilitarci nuovamente e non solo nel prossimo mese ma anche in tutti i mesi a venire”.

Pin It on Pinterest

Share This