CI MINACCIANO, LI DIFFIDIAMO!
Sono partite le diffide al gestore del servizio idrico Acque Spa, all’Autorità Idrica Toscana e ai 57 sindaci dell’ex ATO 2 Basso Valdarno e principalmente ai sindaci di Pisa, San Miniato, Poggibonsi, San Gimignano, Certaldo e Castelfiorentino, corresponsabili per le minacce di interruzione del servizio idrico arrivate a una decina di utenti, colpevoli di rispettare la democrazia e la legalità attraverso la Campagna di obbedienza civile e decisi a autoridursi le bollette sottraendo direttamente la somma corrispondente al profitto garantito sull’investimento e abolito dal referendum del 2011.
Le minacce arrivano per qualche decina di euro, mentre la remunerazione del capitale investito nel 2012 ammonta a più di 19 milioni di euro per gli azionisti che anche quest’anno hanno incassato i loro utili, malgrado l’enorme indebitamento di Acque Spa che le banche irresponsabilmente hanno consentito ben sapendo che a fine concessione sarà il cittadino a pagarne i debiti: profitti privati debiti pubblici.
La settimana scorsa è arrivata la sentenza della Consulta che dichiara incostituzionale un articolo del decreto legge promulgato a due mese dal referendum, perché contrario all’esito referendario sul primo quesito, mentre nel frattempo si attende la sentenza del TAR Toscana che ristabilirà l’immediata applicazione del secondo quesito.
La politica, attraverso i nostri stessi sindaci, rifiuta di adeguarsi alla volontà popolare, le aziende concessionarie della gestione dell’acqua, in nome del mercato e del profitto, si rifiutano di rispettare la legge: siamo in un mondo dove i valori sono rovesciati, dove chi rispetta la legge viene minacciato e chi la trasgredisce la fa da padrone.
Ma i cittadini e le cittadine non sono mucche da mungere o pecore da tosare…
Non ci lasceremo intimidire e continueremo a rivendicare i nostri diritti con tutti i mezzi, anche davanti ai tribunali se necessario, visto che questo sembra ormai l’unico modo per fare rispettare la Costituzione italiana.
Il Forum Toscano dei movimenti per l’Acqua ATO 2

Pin It on Pinterest

Share This