Vengono chiamate ancora “elezioni”, in realtà sono un ibrido tra elezioni, nel senso tradizionale del termine, e nomine, in quanto compiute da persone che rappresentano già le istituzioni. Sette degli attuali consiglieri della Provincia sono Sindaci nei Comuni del senese e lo stesso vale per il Presidente. La forma attuale delle Province è stabilita dalla Legge n.56 del 7 aprile 2014 (Legge Delrio) ed era la dichiarata predisposizione (come è scritto esplicitamente nel testo della Legge) alla riforma costituzionale bocciata dai cittadini nel referendum del 4 dicembre 2016 (60% i NO).

Rifondazione Comunista è sempre stata decisamente contraria a questa “riforma”: un abbassamento dei livelli di democrazia e quindi di discussione e elaborazione, che non ha portato neppure un reale risparmio economico (circa 2€ all’anno a cittadino, praticamente nulla!)

Per questo motivo abbiamo già depositato presso il Tribunale di Siena un ricorso contro la Legge Delrio e l’udienza è fissata per il prossimo 17 gennaio.

Nella convinzione che il rapporto diretto tra eletti e cittadini prescritto dalla nostra Costituzione debba rimanere l’orizzonte di chi vuol difendere la democrazia ed evitare derive che ricordano tristemente un impianto istituzionale funzionale ad un solo uomo al comando.

Federazione provinciale PRC Siena

Pin It on Pinterest

Share This