di Paolo Ferrero – Tra ladri si spalleggiano sempre. E’ questa la spiegazione di quanto dice l’OCSE sul Jobs Act. L’OCSE mente sapendo di mentire perchè tutti gli studi internazionali, compresi i suoi, dimostrano che non vi è alcuna correlazione positiva tra aumento della precarietà e aumento della disoccupazione. L’OCSE sa benissimo che il Jobs Act non produrrà nemmeno un posto di lavoro ma anzi demolirà i diritti dei pochi che ancora lavorano. Il motivo di questa presa di posizione è che tutte le istituzioni internazionali, come il centro sinistra e il centro destra italiano, fanno parte di un unico partito, quello neoliberista che applica le sue ricette contro i popoli in modo bipartisan e coordinato. Questa politica deve essere rovesciata estendendo l’articolo 18 a tutti e aumentando la spesa pubblica nei settori di pubblica utilità. www.rifondazione.it

Pin It on Pinterest

Share This