Continua la raccolta firme online per salvare il Masso delle Fanciulle lanciata dal Comitato Difensori della Toscana.
La Regione Toscana ha infatti dato il via libera per i sondaggi nella zona denominata Masso delle Fanciulle, lungo il corso del fiume Cecina all’incrocio dei comuni di Pomarance e Casole d’Elsa, alla società Gesto per la realizzazione di una centrale geotermica a media entalpia.
E’ notizia di fine aprile che sono in progetto due pozzi esplorativi industriali (profondi 2300m) nel fondovalle del fiume Cecina, sotto Pomarance, lungo la strada comunale che porta al Masso delle Fanciulle.
Firma qui se vuoi evitare l’ennesimo scempio!

La nostra candidata sindaco Tamara Tognetti ha rilasciato il seguente comunicato stampa in merito alla vicenda:

IL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA SI SCHIERA CON  LE ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE NELLA DENUNCIA DELL’ULTERIORE VIOLENZA AL TERRITORIO TOSCANO, CON L’UNICO FINE DI FARE ARRICCHIRE MULTINAZIONALI STRANIERE.
Un altro duro attacco è stato inferto al nostro territorio: è dell’altro ieri la notizia certa che la società GESTO Geothermical Italy, della casa Portoghese GESTO, ha chiesto formalmente alla Regione Toscana il permesso di scavare due pozzi esplorativi di 2300m di profondità ad un km (1060m.) di distanza dalla località “Masso delle Fanciulle” lungo il fiume Cecina nel Comune di Pomarance, provincia di Pisa.
Si tratta di due pozzi esplorativi e non geognostici, si badi bene, il che vuol dire che su quell’area è già prevista la costruzione di una centrale per la risorsa geotermica ad alta entalpia per la produzione di energia elettrica, un vero e proprio insediamento industriale di 6000 m2  per il cui funzionamento verrà prelevata acqua dal fiume Cecina in quantità pari a 70m3\ora.
Per queste due trivellazioni la società GESTO ha richiesto la VIA alla Regione Toscana  che dovrà esprimersi al riguardo entro giugno.
Qui siamo davanti ad un vero e proprio attacco da parte di queste società che, dal momento che la Regione Toscana ha dato le concessioni per lo sfruttamento geotermico,arrivano da ogni parte e continuano a trivellare e a distruggere il nostro bene più prezioso:il territorio, fonte di ricchezza,ambientale, agricola e turistico-economica. Il Masso delle Fanciulle è un luogo della memoria collettiva di tutti gli abitanti dei comuni della nostra terra:moltissimi di noi sono andati lì d’estate a fare il bagno, a passeggiare nei boschi e così anche tutti gli stranieri che conoscono questi luoghi continuano a visitare  e a godere di questo luogo(nelle guide turistiche tedesche è riportato questo sito).
E già il fiume Cecina è stato ampiamente rovinato, distrutto in alcune parti, e aggredito, questo sarebbe il colpo di grazia.
Dobbiamo mobilitarci tutti;abbiamo tempo fino al 29 Maggio per mandare alla regione Toscana le nostre osservazioni di semplici cittadini per impedire questo progetto scellerato, possiamo firmare on line una petizione che sarà presente a breve, o raccogliere firme da portare  in Regione perché  più persone vengano a conoscenza di questo sopruso perpetrato contro di noi ad opera di società che niente hanno da darci ma solo da toglierci.
La difesa dell’ambiente è uno dei nostri impegni nel nostro programma elettorale.

Pin It on Pinterest

Share This