Nella notte di sabato scorso, Forza Nuova ha esposto presso l’Asilo Monumento di Siena lo striscione “la chiamate educazione ma è solo perversione”, in riferimento all’inserimento nell’Asilo di progetti educativi volti ad abbattere stereotipi e pregiudizi e a promuovere la cultura dell’inclusione e del rispetto delle differenze.

Ma questo non è l’unico segnale di una, a nostro avviso sempre più preoccupante, infiltrazione neofascista nella nostra Provincia.

Sempre sabato infatti è stata inaugurata la nuova sede senese di Casa Pound Italia, nota organizzazione neofascista, mentre, durante la notte, un gruppo di loschi individui urlava a squarciagola storici cori fascisti nella Piazza del Campo.

Sabato prossimo invece sarà la volta di Casaggì -i cui richiami al neofascismo e alla tradizione politica dell’estrema desta xenofoba e violenta sono chiarissimi-, che sfilerà per le strade di Siena con Fratelli d’Italia.

In seguito ai fatti che hanno interessato l’Asilo Monumento ed in solidarietà al corpo docente e ai genitori che ne hanno appoggiato l’intervento educativo, è stato indetto per domani, martedì 7 febbraio alle 17.30, un presidio presso l’Asilo stesso con ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL.

I Giovani Comunisti e il Partito della Rifondazione Comunista di Siena, denunciando l’escalation di presenze neofasciste in città, invitano la cittadinanza tutta alla partecipazione e chiedono che anche le istituzioni democratiche cittadine facciano rispettare la dodicesima disposizione transitoria della nostra Costituzione, la legge Scelba e la legge Mancino secondo cui tali organizzazioni di matrice fascista sono fuori legge! Impegnandosi anch’esse a contrastare preoccupanti rigurgiti fascisti, perché l’antifascismo è un dovere morale di chiunque, l’a priori di qualsiasi discorso politico.

Partito della Rifondazione Comunista – Circolo V. Avanzati Siena

Pin It on Pinterest

Share This