I Giovani Comunisti Siena esprimono piena solidarietà e appoggio alle ragazze della Dynamo Dora Rugby Torino che si sono rifiutate di ammettere alla “Festa del rugby popolare”, che si terrà il 2 e il 3 Giugno a Torino, la squadra femminile della base NATO di Sigonella.

Citando il comunicato della Dynamo Dora: “Sigonella è una tra le più importanti basi aeronautiche Nato, in Italia e nel Mediterraneo, che militarizza da sessant’anni un territorio a discapito della popolazione locale ed è coinvolta con un ruolo di primo piano nello sviluppo del progetto MUOS.

Siamo convinti che la competizione sportiva debba avere come valori di base la “solidarietà, il mutuo aiuto, l’aggregazione e la sensibilità. Valori che ritroviamo tutti all’interno della concezione dello Sport propria della Dynamo Dora Rugby e delle società sportive -che in tutta Italia – sono attive nei circuiti dello sport popolare.

Valori ai quali anche noi siamo molto legati e che comprendono anche l’antifascismo; quello stesso antifascismo proprio della nostra carta costituzionale del 1948 mai così vilipesa e attaccata come nei nostri giorni.

Pertanto, nel dichiararci complici e solidali con la squadra piemontese, non possiamo in alcun modo non condividere la decisione della squadra di non ammettere al torneo una squadra di militari americani complici delle escalation militari a livello globale, incentivate negli ultimi 20 anni dalle potenze imperialiste organizzate nella NATO (dall’Afganistan all’Iraq, dalla Libia alla Siria)

Quegli stessi militari yankee che considerano e trattano il nostro Paese come una loro colonia dal 1949. Anche in questo caso ci troviamo in assoluta sintonia con le dichiarazioni delle ragazze della Dynamo: “[…] andate via dall’Italia e dall’universo”.

Giovani Comunisti Siena

Pin It on Pinterest

Share This