Questa la mail che come Circolo cittadino abbiamo inviato al Sindaco e alla prefettura di Siena; invitiamo tutti a fare altrettanto, inviando altre mail, e chiedendo spiegazioni agli indirizzi prefettura.siena@interno.it e sindaco@comune.siena.it. Se arriverà una risposta, la pubblicheremo.

 

Al Sig. Prefetto di Siena
Al Sig. Sindaco della Città di Siena


Il clima di tensione e le reiterate minacce alla democrazia e al vivere civile che la cittadinanza senese subisce in questi giorni per colpa di provocazioni delle organizzazioni neofasciste, denominate Casapound e Forza nuova, impongono una ferma risposta da parte della società civile ma ancor più delle Istituzioni. Infatti, il 22 aprile, a ridosso della data della Liberazione, proprio nel centro storico verrà inaugurata una sede neofascista, con tanto di “marce e romane” e “camera ” (si definiscono fascisti del terzo millennio) provenienti da mezza Italia per dare avvio a un covo intitolato ad uno squadrista che nessun senese avrebbe mai più voluto ricordare.

Non è ammissibile che le Istituzioni democratiche continuino a tollerare tale genere di manifestazioni e che consentano l’apertura di tali luoghi. I principi costituzionali, assolutamente semplici e comprensibili, impongono alle Autorità il compito di vigilare per evitare qualsiasi riorganizzazione fascista.

La libertà d’espressione e di organizzazione costituisce un valore fondante del vivere civile e va
riconosciuta e garantita a tutti i cittadini. Essa però non può fungere da paravento dietro il quale
permettere la reviviscenza della violenza criminale del fascismo la cui ricostruzione è vietata dalla nostra Costituzione “sotto qualsiasi forma”.
La situazione è intollerabile e le Vostre autorità hanno il dovere di agire per garantire la sicurezza dei liberi cittadini e delle garanzie costituzionali.

A causa di queste insopportabili circostanze che, già troppo a lungo tollerate, potrebbero condurre a avvenimenti degenerativi per l’ordine pubblico e per la democrazia, Vi chiediamo, nel rispetto della Costituzione repubblicana Antifascista di tutelare la sicurezza della pluralità, delle libertà e dei valori della città di Siena impedendo qualsiasi sfilata neofascista e l’apertura di sedi di
chiaro stampo nazifascista nella Nostra Città.

 
 

Circolo Rifondzione Comunista “Vuro Avanzati” Siena

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui