Dopo aver cercato, nelle ultime settimane, di costruire, per le prossime elezioni suppletive del collegio senese-aretino, una candidatura unitaria della sinistra alternativa al Governo Draghi ci dispiace dover constatare che ad oggi non ve ne siano le condizioni.

Ad ogni modo, come Partito della Rifondazione Comunista continueremo a lavorare, anche al di fuori del momento elettorale, con spirito unitario, perché convinti che oggi più che mai sia necessaria  un’opposizione sociale e politica al partito unico delle banche e delle imprese, che unisce, nelle scelte strategiche, centrodestra, centrosinistra e M5S. Per questo le nostre battaglie continueranno ad essere le stesse, per il rilancio del pubblico, la democrazia, la redistribuzione della ricchezza ed i diritti sociali, a partire da quelli di lavoratrici e lavoratori.

Per questo cercheremo nei prossimi mesi di essere presenti con iniziative pubbliche su temi centrali per il territorio, per cercare di far crescere coscienze e opposizione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui